Basta crederci

L'impegno quotidiano nell'offrire la massima qualità nella nostra proposta al mercato passa anche attraverso momenti di riflessione e confronto, che ci aiutano ad essere positivi e propositivi. Proprio dallo spunto del nostro titolare, Marco Riboldi, nasce una riflessione in questo senso che abbiamo il piacere di condividere.

Credere in qualcosa è sempre bello e positivo; se poi si realizza il proprio sogno diventa addirittura meraviglioso.

Sto cercando di dare un senso al mio viaggio a Capo Nord, se dettato da una sfida con me stesso o semplicemente per divertirmi con la moto che durante l’anno utilizzo veramente poco.

Solo chi va in moto però può capire che fare 4200 km (8720 km in totale) per arrivare al punto più a Nord della Terra comporta tanti pericoli e richiede innanzitutto sacrifici, determinazione, concentrazione e - perché no - anche prestanza fisica. Con la moto non è possibile sbagliare, potrebbe essere letale; è per questo che quando si è in sella si è tutt’uno con il proprio mezzo e si devono conoscere i propri limiti per poter viaggiare sempre in sicurezza.

Tutto ciò non è sempre sufficiente: bisogna tener conto anche degli altri e delle avverse condizioni atmosferiche. Quando piove diventa tutto più difficile: si scivola, gli spazi di frenata si allungano e la visibilità diminuisce. Inoltre dopo 7/8 ore di guida sotto la pioggia ci si trova anche bagnati ed infreddoliti. Può capitare anche di forare, come è accaduto a me, e reagire immediatamente diventa indispensabile per proseguire serenamente.

Ora sto raccontando il viaggio che ho intrapreso all’età di 65 anni, ma vorrei dare un altro significato ai valori a cui ho fatto riferimento... Non sono gli stessi che dovrebbero accompagnarmi nella vita per credere in un futuro migliore? Ad esempio quello di non cedere facilmente, di perseverare fino ad arrivare alla meta. Per far ciò servono tenacia e costanza ed anche un poco di testardaggine, indipendentemente dalle circostanze o dalle opinioni altrui.

Non è mia intenzione “dare ricette” ma in questo momento congiunturale difficile per la nostra economia, le aziende non dovrebbero interrompere la loro attività ma con rinnovato vigore affrontare le sfide, programmare le strategie, proprio come in un viaggio in moto.

Questo è quanto mi sento di scrivere a chi come me crede con passione al proprio lavoro.

Marco Riboldi

Notizie

ARCHIVIO

2012 2013 2014 2015 2016 2017