Forgiatura del titanio

I forgiati in titanio sono molto richiesti in settori come il chimico, il petrolchimico, nell'industria automobilistica ed in quella areonautica. Il prodotto fuso (lingotto), al momento dell'acquisto, non possiede caratteristiche meccaniche ottimali; quindi, tramite l'operazione di forgiatura, esso viene pressato a caldo e trasformato in altre forme.

Si possono ottenere a, titolo di esempio, alberi di trasmissione, dischi, anelli, corpi valvola, flange etc.: così trasformato il titanio presenta caratteristiche meccaniche migliori, individuabili nelle norme ASTM/ASME 381.

Per effettuare questo tipo di lavorazione, Titalia è dotata di una pressa da 1300 tonnellate, una pressa da 800 tonnellate, due magli, un laminatoio per anelli e due forni di riscaldo .

Questi ultimi posseggono strumenti di controllo delle temperature, rigorosamente certificati e calibrati per garantire la massima affidabilità del prodotto fornito.